La classe Star compie 100 anni!

Intervista

Photo: Courtesy Albino Fravezzi

Nel 1911, a Long Island, per mano dello statunitense William Gardner nasceva la classe Star. La più vecchia delle classi olimpiche, rientra nella categoria internazionale delle barche a chiglia ed è la barca sulla quale hanno regatato tutti i grandi nomi della vela mondiale! Quali? Paul Cayard, Dennis Conner, Paul Elvstrøm, Torben Grael, Dodo Gorla, Alfio Peraboni, Diego Negri, Russel Coutts, Fredrik Loof e i gardesani Roberto Benamati, Michele Marchesini, Beppe Devoti, Mauro Testa, Albino Fravezzi, Luca e Manuel Modena, i fratelli Celon, ...

Tutt'oggi a Malcesine si incontrano i più forti staristi del mondo... e alcuni di loro vivono proprio qua!

Albino Fravezzi, pluricampione melsineo con 50 anni di esperienza, ci racconta la sua vita da starista!

Ho iniziato tardi, avevo 24 anni. Allora non c'era una grande cultura velica sul Garda. C'erano pochi circoli e lo stile di vita era incentrato sullo sviluppo economico, sembrava non ci fosse tempo per la barca a vela. All'origine di tutto c'è la passione per il lago, uscivo con qualsiasi barca, per la maggiore erano barche occasionali, anche barche da pesca con vele di cotone multicolore... l'importante era uscire. Col tempo mi sono comperato un Finn e nel 1970 ho cominciato a regatare. Da subito sono arrivati buoni risultati finchè, col tempo, sono riuscito a fare della barca vela una professione. Col Finn ho vinto un Intervela, uno Ski Voile a Cannes, una prova del campionato del mondo di Malmö, sono arrivato secondo ai campionati italiani e quinto a Kiel. Subito dopo sono passato alla Star. Il Finn è un singolo, con la Star si va in due ed è molto importante il feeling con il prodiere. Ho fatto coppia con Dal Vit, con Devoti, con Dino Bonetti, Menoni, Domenicali, Coste, Bontempelli e attualmente con Fabio Fravezzi, mio figlio! Con lui ho avuto la soddisfazione di vincere una prova all'europeo del 2007 e abbiamo diviso il podio con Chieffi e Torben Grael.

Con la Star sono arrivato secondo al mondiale di Rio, nel 1980, ho vinto gli europei sul Garda nel 1991, sono arrivato secondo all'europeo a Punta Ala e altre 2 volte qua sul Garda, sono arrivato terzo a Palamos in Spagna, sul Garda e in Danimarca. Ho vinto diversi campionati italiani e varie regate internazionali. Sono stato alle olimpiadi di Mosca come riserva per la classe Star e ho allenato la squadra Star e Finn per le Olimpiadi di Sidney. Ho fatto il giro del mondo nel 93 con Brooksfield e la Coppa America nell'85 a Perth, in Australia, come tattico su Italia. E quest'anno la mia amata Star compie 100 anni. È la più vecchia e la più prestigiosa fra le classi olimpiche e riconosciuta da tutti come la regina. La Star è sempre rimasta forte, anche dopo la sua esclusione dai Giochi nel 1976. Subito riconfermata nel 1980, ha dimostrato al mondo di essere una classe internazionale ben gestita, composta da velisti di altissimo livello. La Star ha partecipato a 17 edizioni dei Giochi olimpici, assieme al Finn è la classe con più partecipazioni.

Come dicevo, è una classe sempre frequentata da grandi timonieri che han fatto la storia mondiale della vela. La Star è la barca tecnica per eccellenza con regolazioni molto difficili e necessita di notevole sensibilità. Non per niente dopo 100 anni è ancora ammirata come fosse una bella donna. Personalmente ho la soddisfazione di andare ancora in barca e di partecipare a numerose regate, sia con la Star che con la classe Dragone, altra barca che ha una grande tradizione.

Sono felice di vivere a Malcesine e sono innamorato del mio Lago, non solo perchè è qua che sono nato ma anche perchè le condizioni sono uniche. Infatti proprio qua a Malcesine si incontrano i più forti staristi del mondo. Lo svedese Fredrik Loof si è trasferito qua seguito dal brasiliano Robert Scheidt che vive a Torbole... Tedeschi, austriaci, greci, danesi frequentano abitualmente la Fraglia Vela Malcesine. Questo succede perchè il Lago di Garda si presta in modo particolare sia per le regate che per gli allenamenti. Caratteristica della Fraglia Vela Malcesine è che un velista può scegliere in uno spazio molto breve di allenarsi con vento leggero, medio o forte. Uscendo dal porto della Fraglia navigando verso sud il vento è meno intenso e verso Nord il vento aumenta di intensità, restando al centro invece è medio. Ho vissuto in un'epoca della vela in cui ci sono stati grossi stravolgimenti. Così come è accaduto anche in altri settori che hanno subito grandi cambiamenti tecnologici. Da barche "primitive" degli anni 60 siamo arrivati ai multiscafi, nuove barche tecnologiche di ultima generazione. Per fortuna la vela è ancora uno sport dove l'uomo è determinante per il risultato.

Potrebbe interessarti anche