Trekking e Via ferrata < Tutti i post Percorso Via ferrata EEA medio/facile

Foto
Angela Trawoeger
Giampaolo Calzà (Trota)
All rights are reserved

TRACCIA GPS

Via Ferrata F. Susatti di Cima Capi

La via regina del Lago di Garda

Meravigliosa ed emozionante via ferrata esposta e a picco sul Lago di Garda.
Adatta per chi si vuole avvicinare all’attività su vie ferrate ma, per lo sviluppo e la lunghezza richiede una discreta preparazione fisica. La via è ben attrezzata e completamente rifatta nel 2009.

L’esperto di ferrate nonostante le scarse difficoltà tecniche, troverà soddisfazione dallo splendido panorama sul Lago di Garda.

Cima Capi (909 mt) fa parte delle Prealpi Bresciane e Gardesane e si trova nella parte nord-occidentale del Lago di Garda.

Sulla via ferrata di Cima Capi con una guida

Se siete da soli e vi volete aggregare, se preferite girare con una guida del territorio o se siete alle prime armi potete fare la via ferrata di Cima Capi con una guida alpina..

Punti di interesse lungo la via ferrata di Cima Capi

La ferrata segue quasi sempre il filo della cresta e offre scorci unici sul Garda, sul gruppo del Monte Baldo, sulla Valle del Sarca, sulla Val di Ledro, sul gruppo Adamello-Presanella e sul gruppo Dolomiti di Brenta per quasi tutta la sua interezza.

Tutto il percorso è ricco di manufatti storici, con trincee e camminamenti in cemento armato.

Descrizione dell’itinerario

Da Biacesa si prosegue verso nord-est e si imbocca prima il sentiero 470 (sentiero del Bec) e poi il sentiero 405 - Via Ferrata Susatti. Dal parcheggio all’imbocco della ferrata si cammina circa un’ora e mezza.

La via si sviluppa su facili roccette e si attraversano i resti delle trincee austriache della prima guerra mondiale. In alcuni punti è attrezzata con dei gradini. L’unico passaggio tecnico si trova verso la fine della ferrata dove si aggira un grosso masso piuttosto esposto.

La ferrata ha un dislivello di 500 mt, in alcuni punti è molto aerea ma ci sono molti appigli naturali. Arrivati alla vetta di Cima Capi (bandiera tricolore e libro di vetta) si prosegue sul sentiero 405 fino al bivio dove, svoltando a sinistra, si prende il sentiero 460 per la via ferrata Foletti che in 40 minuti circa porta al Bivacco Arcioni, nelle vicinanze della Chiesetta di San Giovanni.

Da qua parte una comoda strada lastricata che a breve riporta a Biacesa.

Varianti

La ferrata ha due accessi, una dalla strada del Ponale che, prendendo il sentiero che sale a destra, si ricongiunge con il Sentiero del Bec, oppure da Biacesa.

Le nostre dritte

  • Fatela! È una via ferrata molto bella
  • La Via Ferrata Foletti è un po' più impegnativa della Via Ferrata Susatti
  • È molto affollata e calda in alta stagione
  • Il giro completo è di quasi 5 ore, d'estate evitate le ore più calde.

La via ferrata Cima Capi d’inverno

Questo itinerario è percorribile anche d'inverno. Da evitare se gela o nei mesi più freddi.

Rifugi, bivacchi o punti di ristoro lungo il percorso

  • Bivacco Arcioni:
    Custodito dall'Associazione Pro San Giovanni di Biacesa di Ledro - Tel. +39 328 0062146.
    Si trova poco dopo la fine della via Ferrata Foletti.

Come raggiungere il punto di partenza dell’itinerario

Da Riva del Garda, seguire le indicazioni per la Valle di Ledro. Passata la lunga galleria, arrivati all’unico semaforo di Biacesa (418 mt), svoltare a destra e attraversare il paese fino al parcheggio che si trova vicino ad un parco giochi. Biacesa dista circa 7 km da Riva del Garda.

Parcheggio

Parcheggio vicino al parco giochi di Biacesa.

Mezzi pubblici

Autobus extraurbano - zona 2

Attrezzatura necessaria

Obbligatorio l'uso di casco, imbragatura e kit da ferrata.

Mappa e traccia gps

Da scaricare la traccia gps

  • Percorso: Biacesa, Via Ferrata F.Susatti, Cima Capi, Via Ferrata Foletti, Bivacco Arcioni, Biacesa
  • Lunghezza: 8,20 km
  • Dislivello - ascesa/discesa: 890 mt / 813 mt
  • Quota massima: 909 mt
  • Tempo: 5 ore circa
  • Difficoltà: Medio/facile - EEA Escursionistico per esperti con attrezzatura

Usate lo spazio subito sotto se avete qualcosa di importante da segnalare sulla via ferrata appena descritta

Prenota l'escursione