Quattro chiacchiere con Gianmaria Coccoluto a Malcesine durante la presentazione del Vegas 2016

Intervista

Foto:
Angela Trawoeger
Tutti i diritti sono riservati

Il 25 e il 26 Luglio sono stati a Malcesine Aaron Hadlow, il 5 volte Campione del Mondo, vincitore dell’ultimo King of the Air, colui che ha portato il Wakestyle al livello di adesso e il modello per tutti i nuovi freestyler assieme a Gianmaria Coccoluto, il 2 volte Campione Italiano in carica e Vice Europeo, per presentare il nuovo Vegas North 2016.

Le due giornate sono state organizzate dalla North kiteboarding e 360Corner, il nuovo Pro Shop North di Malcesine. La prima giornata si è svolta alla spiaggia di Navene, al Kiteclub dove Gianmaria e Aaron hanno dato spettacolo in acqua con il nuovo Vegas 2016. In spiaggia da testare i materiali North del 2016, dalla Vegas alla Dice, alle tavole.

La prima giornata si è conclusa la sera al 360Corner con festa e DjSet.

La Domenica, dopo lo shooting mattutino con Angela Trawoeger presso Easy kite, il centro ufficiale North di Malcesine, Aaron e Gianmaria hanno visitato gli altri due centri ufficiali North della zona, il CKM di Marniga e il Kite Center Garda Lake di Navene.

Abbiamo passato due belle giornate assieme a loro, entrambi molto simpatici e alla mano. Sono rimasti per poco ma noi del 360gardalife abbiamo colto l’occasione per chieder loro come è andata e come si sono trovati a fare kite al Lago di Garda, in due spot nuovi e forse insoliti per loro, soprattutto quello della Domenica mattina dove si sono lanciati dal gommone messo a disposizione da Easy kite (grazie Greg e grazie Giulia) proprio davanti al piccolo borgo di Malcesine.

Ecco per voi il resoconto di Gianmaria e a questo link quello di Aaron.

Ciao Gianmaria, età?

22

Spot preferito?

In Italia il mio spot preferito si trova in Sicilia ed è la riserva naturale dello Stagnone dove il vento é molto frequente e soffia quasi tutti i giorni. Nel periodo estivo, da maggio a metà settembre, soffiano la Tramontana, che è un vento termico da nord, con un’intensità che varia dai 15 a 25 nodi e lo Scirocco, che soffia da sud-est e arriva fino a 40 nodi. La laguna dello Stagnone è una delle più grandi e belle d’Italia perchè posso allenarmi su acqua piatta tutti i giorni.

In inverno invece mi sposto in Brasile, a Paracuru, dove continuo il mio allenamento per le competizioni. Lì il vento è ancora più frequente, soffiano i cosiddetti Alisei che sono venti di intensità molto forte, con una costanza unica, soffiano tutto l’anno e si trovano condizioni di tutti i tipi.

Le lagune e il mare aperto quindi sono gli spot ideali per allenarmi.

Come hai iniziato e chi ti ha fatto iniziare?

Prima di iniziare il kite praticavo la barca a vela a livello agonistico insieme ad altri sport da tavola come il surf, lo skimboard, lo skate e lo snowboard. È partito tutto nell’Agosto 2010 grazie a un mio amico d’infanzia Gabriele Garofalo, atleta Internazionale freestyle RRD. Viviamo nella stessa città, a poche centinaia di metri di distanza, lui delle volte andava ad allenarsi al Salto di Fondi, piccolo spot vicino casa dove il vento è abbastanza frequente. Un paio di volte sono andato a vederlo e mentre lo guardavo sparare trick mi è venuta voglia d’iniziare. Gli ho chiesto se poteva farmi provare e qualche giorno dopo ho iniziato il corso con lui.

Qual’è il tuo setup di materiale preferito e come ti trovi a girare per il marchio North Kiteboading?

Prima di entrare nel team North Kiteboarding ho provato molti kite ma per il freestyle, il Vegas, non lo batte nessuno. È un kite potente ma allo stesso tempo quando sei in manovra ti permette di fare passaggi di barra.

Qual'è la motivazione che ti fa andare in acqua tutti i giorni?

C’è sempre da imparare e quindi non posso perdere nemmeno un giorno di vento che mi permetta di allenarmi e arrivare al top.

Come sta andando la tua stagione?

Nel 2014 ho fatto molte competizioni sia a livello italiano che internazionale. Mi sono aggiudicato il titolo di Vice Campione Europeo nel KTE e quello di Campione Italiano per la seconda volta. Quest’anno il campionato italiano è appena iniziato e vedremo come andrà a finire a Settembre in Sardegna.

Nel 2016 riuscirai a entrare nel Mondiale?

Mi sto allenando tutti i giorni per raggiungere i top rider del mondiale, ora aspetto le prossime qualificazioni per dare il meglio di me ed entrare nei 24 più forti.

Come ti sei trovato con Aaron? Era la prima volta che vi incontravate?

Girando in kite insieme ad Aaron durante la presentazione dei nuovi Vegas 2016 ho potuto confrontarmi con un top rider. Con lui si sta bene! È un ragazzo molto alla mano e al Lago di Garda abbiamo passato due giorni bellissimi. Io e lui ci siamo incontrati durante alcune competizioni ed è sempre stato disponibile ad aiutare e dare consigli.

Le differenze fra il mare e il lago sono tante: niente sabbia, acqua dolce, il lift con il gommone... Come è andata?

Non sono uscito molto al lago ma posso dirvi che non è niente male. L’acqua è fresca, il vento è un fon costante e ho la possibilità di riportare tutta la mia attrezzatura a casa pulita e profumata…

Come hai trovato l'Ora, il vento del pomeriggio e il Pelèr, il vento della mattina?

L’Ora, il vento del pomeriggio, è molto costante e pulito, il lago era abbastanza piatto, c’era giusto qualche ciop che mi ha permesso di allenarmi e di provare qualche manovra. Il Pelèr è stato più bello (a parte svegliarsi alle 6 ed entrare nel lago freddo di prima mattina), ha soffiato con un’intensità quasi a 25 nodi e in uno scenario unico… Vedere uscire i primi raggi di sole da dietro le montagne è stato bellissimo.

Fare kite in un luogo così diverso dal solito ti è servito come allenamento?

Allenarsi in spot diversi è la cosa migliore, ti aiuta a saper chiudere tutte le manovre in condizioni diverse, anche le più brutte.

Cosa consiglieresti a chi volesse venire a fare kite qua sul Lago di Garda?

Consiglierei di venirci perchè è uno degli spot più ventosi d’Italia e quindi l’ideale per gli amanti degli sport da vento.

Tornerai a trovarci?

Certo che tornerò a trovarvi e il prima possibile… Ringrazio tutti voi per l’ospitalità e per le belle giornate passate insieme.

Grazie a te Gianmaria e un enorme in bocca al lupo per tutto! È stato un piacere averti qua con noi.

Potete seguire Gianmaria su Facebook!

Potrebbe interessarti anche