Trekking e Via ferrata

Dalle coste del Lago fin sulle cime del Baldo ci sono infiniti percorsi o passeggiate di svariata lunghezza e difficoltà, adatti a tutti i tipi di aspettative ed allenamento

Leggi tutti i post

Camminare è un movimento semplice e naturale, farlo in montagna, a stretto contatto con la natura, fa bene al corpo e fa ancora meglio alla mente.

Inutile dirvi che dalle coste del Lago fin sulle cime del Baldo ci sono infiniti percorsi o passeggiate di svariata lunghezza e difficoltà, adatti a tutti i tipi di aspettative ed allenamento.

Da Malcesine parte una funivia che porta sul Monte Baldo, a località Tratto Spino.

La Funivia Malcesine Monte Baldo è aperta 10 mesi l’anno e chiude per manutenzione prima e alla fine della stagione estiva.

Vicino alla stazione ci sono brevi passeggiate con diversi punti di ristoro, l’ideale se volete passare una giornata rilassante lontano dalla quotidianità.

Per gli sportivi, invece, si aprono una serie di percorsi, alcuni dei quali molto impegnativi.

Nelle zone collinari trovate diversi percorsi per lo più di breve durata, in parte asfaltati e adatti a chiunque voglia passeggiare nel verde o lontano dalla vivacità delle spiagge.

Meno frequentata ma non per questo meno bella è la zona montana a sud di Malcesine, da Brenzone a Prada e San Zeno di Montagna.

L’abbiamo scritto in parecchie pagine di questo sito e ve lo ricordo anche qui: gli impianti di risalita Prada/Costabella sono ancora chiusi in attesa di rifacimento.

Le escursione sul Monte Baldo

Nella sezione trekking trovate le descrizioni dei percorsi della zona con tutte le informazioni utili per godere appieno l’escursione. Tutti gli itinerari che trovate sono stati fatti, tracciati, descritti e fotografati da noi. Tenete sott’occhio questa sezione perché continuiamo ad aggiungerne.

Ci sono dei percorsi che sono dei must-do del Monte Baldo.

Parto con il Sentiero del Ventrar, un paradiso botanico e fra i più conosciuti della zona. Camminando verso nord vi consiglio di andare sul Monte Altissimo di Nago, sia per la bella vista e per il sentiero della pace, che per fare una visita a Danny al rifugio D.Chiesa.

Spostandovi più a sud invece ci sono due itinerari, abbastanza impegnativi ma molto belli e suggestivi che vi faranno conoscere un Monte Baldo inaspettato, dal sapore alpino.

Il primo sale a Cima Valdritta dal sentiero numero 5 e il secondo sale a Cima Telegrafo dal sentiero 654.

Se volete potete stare in montagna per più giorni facendo il tour delle cime del Monte Baldo e dormendo al Rifugio Telegrafo G.Barana.

Spostandoci ancora più sud, vi aspetta un bel giro alle creste di Naole, più facile e molto panoramico.

Escursioni belle e sicure in montagna

Tenete bene a mente che la montagna e i suoi grandi spazi naturali vanno sempre rispettati e tutelati.

Seguite le buone norme di comportamento per godere appieno la montagna e imparate a conoscere la segnaletica dei luoghi che andate a visitare.

Il motto del Club Alpino Italiano è “Camminare per conoscere e tutelare”...

È una filosofia del camminare di qualità, ricercando la natura e la cultura dei luoghi. È confrontarsi-incontrarsi con l’ambiente naturale e con il territorio. All’escursionista, moderno fruitore dei sentieri, sono idealmente affidate la memoria storica e la conservazione di un inestimabile patrimonio culturale.

Il Monte Baldo è una montagna tutta da scoprire, sono certa che la varietà della rete sentieristica non vi deluderà.

Il mio invito è quello di allontanarsi dai luoghi più affollati e di andare a cercare un contatto vero con la Natura.

Affidatevi al booking di 360gardalife se volete prenotare una vacanza trekking o un escursione sul Lago di Garda e Monte Baldo.

Rifugi

Buone escursioni a tutti!