Vela

Impara a volare sull’acqua con il foil al Lago di Garda

Non è una moda del momento ma il futuro della vela

  • Malcesine
  • 07.01.2019
  • Interviste
Angela Trawoeger
Foto e testi

Angela Trawoeger

Ideatrice, fotografa e content manager
Foto

Heinz Stickl

Sembrano sospese sull’acqua e corrono spedite, come se volassero. Sono le nuovi barche volanti, o foilanti.

Che cosa sono? E perché vanno così veloci?
Sono delle barche, appunto, con il foil, un’appendice che si trova sotto la barca e la tiene sollevata dall’acqua. Eliminando la resistenza dell’acqua si riesce ad andare veloci, più veloci del vento. Ed è anche divertente.

moth al lago di garda
The Foiling Week 2018, @ Fraglia Vela Malcesine

Ne parliamo con Heinz Stickl che gestisce la scuola “Stickl Sportcamp” di Malcesine, nella baia di Val di Sogno.

Prima di iniziare, te lo presento rapidamente.
A cinque anni Heinz già andava in barca nella scuola vela del padre sul Lago Tegernsee, vicino a Monaco. A tredici anni è aiuto istruttore, a diciotto vince il Campionato europeo della classe Korsar e poco dopo si classifica per le olimpiadi di Montreal con il Flying Dutchman. Con il windsurf porta a casa tre titoli nazionali e due mondiali.

ritratto di heinz stickl

Nel 1976 apre la prima scuola di windsurf in Italia, proprio a Malcesine, sul Lago di Garda. È partito con quattro tavole da windsurf e oggi, dopo oltre quarant’anni, lo trovate ancora nella baia di Val di Sogno a gestire la scuola di vela, windsurf e kitesurf “Stickl Sportcamp” che dal 2014 si è specializzata anche nel foil.

Ciao Heinz, ci spieghi cos’è un foil e perché va così veloce?

I foil sono degli appendici di varie dimensioni e forme posizionati sotto lo scafo che tengono sollevata la barca; diminuendo l’attrito, la barca aumenta di velocità e anche con pochi nodi di vento vola sull’acqua.

Volare sull’acqua piace tantissimo. Già con dieci nodi di vento, si riesce a navigare al doppio della velocità del vento. Io peso 95 chili e con vento leggero volo: è fantastico!

Da quanto tempo esiste il foil?

Il foil esiste già da parecchi anni ma è con i catamarani dell’America’s Cup 2013 e con l’arrivo sul mercato della classe Moth che il foil inizia a diffondersi. Poi sono apparse la classe olimpica Nacra 17, i Flying Phantom, i GC32, ecc.

Questi sono anni di grande sviluppo tecnologico. Non ci troviamo di fronte a una moda: il foil è il futuro soprattutto per tutte quelle località con poco vento.

Partner

Arco mountain guide 360gardalife 3
Stickl lago garda 360gardalife e1594283896416

Devo sapere già andare in barca per provare il foil?

Sì, assolutamente. E anche sapendo andare in barca è come cominciare da zero. Serve equilibrio, agilità e tanta sensibilità. All’inizio è abbastanza stancante ma appena inizi a volare e riesci a rilassarti è stupendo. È adrenalina pura. Libertà.

Il Lago di Garda è adatto per imparare ad andare con il foil?

Sì, il pomeriggio a Malcesine con l’Ora, il vento da sud, ci sono le condizioni ideali per imparare. In una giornata di meteo regolare, l’Ora inizia a soffiare da mezzogiorno in poi e dura fino a sera.

Con quale barca è meglio iniziare?

A scuola abbiamo il Quant23, la barca dell’anno 2016.
Il Quant23 è una barca a chiglia per tre persone, scuffia difficilmente, è adatta a tutti ed è la più semplice per cominciare. Ma abbiamo anche i Waszp e gli Skeeta, delle barche singole, e i catamarani iFLY15 e Whisper.

corso di foil sul quant23
Quant 23

Come è strutturata una lezione di foil?

Ogni allievo indossa un casco ed è sempre in contatto radio con l’istruttore. In ogni corso ci sono quattro allievi che si alternano ogni venti minuti. Stare tutto il giorno in barca sarebbe troppo stancante all’inizio. Chi è in gommone con l’istruttore impara anche guardando i compagni di corso, mentre si riposa. Ogni gruppo, così, riesce a stare in acqua tutto il pomeriggio e impara il più possibile.

Partner

Stickl lago garda 360gardalife e1594283896416
Arco mountain guide 360gardalife 3

Foil è solo vela, o anche kitesurf e windsurf?

Certamente anche kitesurf e windsurf.
Come per la vela, anche per il kitesurf e il windsurf, prima di passare al foil bisogna saper già andare e avere un buon livello. Con il kite però è più facile e meno stancante perché sei attaccato al trapezio. Anche con il windsurf è semplice foilare: basta avere una tavola larga e lunga, una vela non troppo grande e una volta preso l’equilibrio si inizia a volare.

Grazie Heinz

Grazie Angela

Provato per te

La nuova rubrica: i corsi e le escursioni provati per te dal team del 360gardalife

Attività

Dal Magazine