Bici

Difficile percorso bici a Brenzone sul Garda: Punta Veleno e sentiero 654

Un tour sfidante: fiato in salita e tecnica in discesa

davide fambri
Testo

Davide Fambri

bici, scialpinismo e parapendio
Angela Trawoeger
Foto

Angela Trawoeger

Ideatrice, fotografa e content manager

È un percorso impegnativo per le forti pendenze sia in salita che in discesa ma è grande la soddisfazione di avere affrontato la celebre salita di Punta Veleno. Per questo itinerario ti suggeriamo una bici cross country biammortizzata.

Mappa e traccia GPS

Informazioni tecniche

  • Caratteristiche

    • Partenza
      Magugnano
    • Arrivo
      Magugnano
    • Percorso
      Magugnano – Boccino – Castello – Zignago – Punta Veleno – Malga Zovel – Sentiero 654 – Sommavilla – Magugnano
    • Quota di partenza
      90m
    • Quota massima
      980m
    • Dislivello – ascesa/discesa
      1420m/1316m
    • Lunghezza
      14,7 km
    • Tempo
      2,5 ore
  • Difficoltà

    • Difficoltà
      difficile
    • Difficoltà tecnica (da 1 a 5)
      4
    • Difficoltà fisica (da 1 a 5)
      4
  • Attrattiva

    • Impressione (da 1 a 5)
      4
    • Paesaggio (da 1 a 5)
      4
  • Tipo di percorso

    • Percorso ad anello
  • Periodo consigliato

    • Tutto l’anno
      senza neve e ghiaccio

Partner

Hotel Dolomiti 360gardalife it
Hotel Villa Edera 360gardalife it
Hotel Ideal malcesine 360gardalife

Punti di interesse lungo questo percorso bici

La salita di Punta Veleno è davvero tosta e ti mette alla prova, ma è appagante arrivare su in cima.
La salita è stata battezzata così negli anni ’70 dal patron del Giro d’Italia Vincenzo Torriani. Corridori come Basso, Cunego, Kreuziger, Di Luca Pozzovivo, Scarponi, Rujano, Rolland, Gadret hanno definito Punta Veleno come “durissima”, “velenosa”, “la salita più dura mai affrontata”, mettendola al pari dello Zoncolan.

Guardatii attorno, nonostante la fatica e l’impegno, ci sono dei punti panoramici molto belli sia a salire che a scendere.

Descrizione del percorso bici di Punta Veleno e del sentiero 654

Dal centro di Magugnano dirigiti verso nord sulla Via Gardesana, subito dopo la fermata degli autobus, prendi la strada a destra in salita con indicazioni per Punta Veleno.

Si sale fino ad arrivare alla piazza del borgo di Castello, si prosegue in leggera discesa e si imbocca la strada a destra in salita per affrontare Punta Veleno. Metteti cuore in pace e pedala lungo i numerosi tornanti su una salita che non molla mai.

Dal chilometro 2 al chilometro 8 la salita ha una pendenza media del 14,6% con punte che sfiorano il 20%.

altimetria di punta veleno

A quota 830m, dove la strada spiana leggermente, trovi un cancelletto di legno e un sentiero in un grande prato. Lo segui e ti troverai esattamente sotto a Malga Zovel.

Finalmente inizia la discesa che, pur essendo per la maggiore su mulattiera, ha dei tratti ripidi che richiedono una buona esperienza di guida in mtb.

In mezzo al campo alla tua sinistra vedrai un paletto segnavia che porta all’imbocco del sentiero 654, dove trovi le indicazioni per Sommavilla. Segui il sentiero che entra nel bosco, dapprima su fondo terroso con numerose roccette poi, man mano che scendi, aumentano le pendenze fino a trovarti su una ripida mulattiera che ti porta fino al centro di Sommavilla.

Svolta a sinistra e segui la strada asfaltata che ti riporta a Magugnano ripassando per i caratteristici borghi di Castello e Boccino.

Varianti

Nessuna.

Le nostre dritte

  • Portati molta acqua per la salita e parti presto nelle giornate più calde
  • Evita di affrontare la già massacrante salita sotto il sole

Il tour d’inverno

Questo itinerario è percorribile anche d’inverno, senza neve o ghiaccio.

Rifugi, bivacchi o punti di ristoro lungo il percorso

Nessuno.

Come raggiungere il punto di partenza dell’itinerario

Magugnano.

Parcheggio

A Magugnano

Mezzi pubblici

  • Da Verona: autobus di linea ATV numero 163/164 e 483/484, con cambio a Garda.
  • Da Torbole o Riva del Garda: autobus di linea ATV numero 483/484.

Percorsi simili

Attività sportive con le guide e gli istruttori del posto

Dal Magazine