Trekking

Escursione all’Eremo di San Benigno e Caro sul Monte Baldo

Percorso medio da Malcesine sul sentiero 659 e Fiabi per l’eremo

tommaso-toninelli
Testo

Tommaso Toninelli

Arrampicata, trekking e bici
Angela Trawoeger
Foto

Angela Trawoeger

Ideatrice, fotografa e content manager

Un itinerario di quindici chilometri, abbastanza impegnativo ma molto bello e vario.
Il percorso inizia a Malcesine sul sentiero CAI 659 e porta all’Eremo di San Benigno e Caro.

Mappa e traccia GPS

Informazioni tecniche

  • Caratteristiche

    • Partenza
      Malcesine
    • Arrivo
      Malcesine
    • Percorso
      Malcesine – Eremo di San Benigno e Caro – Cassone – Malcesine
    • Quota di partenza
      90m
    • Quota massima
      913m
    • Dislivello – ascesa/discesa
      1309m/1287m
    • Lunghezza
      14,6km
    • Tempo
      5 ore
  • Difficoltà

  • Attrattiva

    • Impressione (da 1 a 5)
      3
    • Paesaggio (da 1 a 5)
      3
  • Tipo di percorso

    • Percorso ad anello
    • Percorso consigliato
  • Periodo consigliato

    • Tutto l’anno
      senza neve

Partner

Baita dei forti 360gardalife
Hotel Ideal malcesine 360gardalife
Hotel Villa Edera 360gardalife it

Punti di interesse lungo questo trekking

Ci sono molti punti panoramici sulle gole e i torrioni del Baldo, sul Garda e con dei bellissimi tratti all’interno del bosco.

bosco in primavera

Storia dell’Eremo di San Benigno e Caro

Benigno e Caro erano eremiti, vissuti fra l’ottavo e il nono secolo, che seguivano le regola di S.Agostino. Trascorrevano cioè le giornate in preghiera e meditazione fra le grotte del Monte Baldo. Si racconta del miracolo di Benigno e Caro ai quali fu chiesto di spostare le spoglie di San Zeno nella chiesa di Verona a lui dedicata. Il corpo di San Zeno sembrava però inchiodato e solo Benigno e Caro furono in grado di spostarla.

Descrizione dell’itinerario

Si parte da Malcesine, lungo la Via Panoramica (sud).
Dopo il primo tornante si prende la strada a destra in salita. Sul muro vedrai la segnaletica CAI (rosso-bianco-rosso) con l’indicazione del sentiero 659.

Si tiene la destra e dopo una erta salita inizia il sentiero. Ci sono alcuni punti con pendenze fra il 20 e il 30% ma sono brevi. La salita è lunga quasi due chilometri e la si percorre in circa un’ora.

Arrivati al bivio si prosegue a sinistra in salita per un chilometro circa fin quando il sentiero spiana. Si tiene sempre la destra e si prosegue su falsi piani e alcuni sali e scendi all’interno del bosco fino ad arrivare all’eremo di San Benigno e Caro.

Da qua inizia la discesa verso Cassone.
Questo tratto è per lo più su mulattiera ma molto pendente. Si scende di 850m di quota circa in tre chilometri. Questo tratto è ricco di scorci panoramici, con qualche grotta e costruzione della guerra.

Arrivati a Cassone si prosegue in pianura verso nord e si ritorna a Malcesine lungo la pista ciclabile e il lungolago.

Varianti

Questo itinerario è percorribile anche al contrario.

Le nostre dritte

Da Cassone a Malcesine puoi rientrare con i mezzi pubblici. Una volta arrivati sulla Via Gardesana trovi la fermata delle corriere vicino al fiume Aril di Cassone.

L’escursione d’inverno

Questo itinerario è percorribile anche d’inverno, senza neve.

Rifugi, bivacchi o punti di ristoro lungo il percorso

Nessuno.

Partner

Arco mountain guide 360gardalife 3
Camping lombardi 360gardalife
Hotel Dolomiti 360gardalife it

Come raggiungere il punto di partenza dell’itinerario

Il percorso parte da Malcesine – Via Panoramica sud.

Parcheggio

A Malcesine:

Mezzi pubblici

  • Da Verona: autobus di linea ATV numero 163/164 e 483/484, con cambio a Garda.
  • Da Torbole o Riva del Garda: autobus di linea ATV numero 483/484.

Percorsi simili

Dal Magazine