Passeggiate

Il sentiero del Ponale al Lago di Garda

Da Riva del Garda a Pregasina, uno dei percorsi più famosi e panoramici d’Europa

matteo facchinetti lago 150x150
Testo

Matteo Facchinetti

Bici, trekking e snowboard
Angela Trawoeger
Foto

Angela Trawoeger

Ideatrice, fotografa e content manager

Il sentiero della Ponale si trova a nord del lago di Garda in Trentino, tra Riva del Garda e la valle di Ledro.

Per le sue viste spettacolari a picco sul Garda e le caratteristiche storico-ambientali, la Ponale è il sentiero più conosciuto e frequentato dell’Alto Garda.

Il profilo della vecchia strada della Ponale è ben visibile già dalla spiaggia di Riva e da Torbole. Questo facile percorso parte proprio da Riva del Garda, vicino al porto e alla Centrale Idroelettrica e sale costante su dolci pendenze fino alla statua Regina Mundi sul punto panoramico di Pregasina.

Il percorso non presenta difficoltà tecniche ma si snoda a ridosso di una parete rocciosa soggetta a caduta massi. Per questo si tratta di un sentiero alpino per escursionisti esperti e va affrontato con attenzione.

Mappa e traccia GPS

Informazioni tecniche

  • Caratteristiche

    • Partenza
      Riva del Garda
    • Arrivo
      Pregasina (Regina Mundi)
    • Percorso
      Riva del Garda, Sentiero della Ponale, Pregasina
    • Quota di partenza
      80m
    • Quota massima
      450m
    • Dislivello – ascesa/discesa
      470m/5m
    • Lunghezza
      4,9km (solo andata)
    • Tempo
      1,5 ore (solo andata)
  • Difficoltà

  • Attrattiva

    • Impressione (da 1 a 5)
      5
    • Paesaggio (da 1 a 5)
      5
  • Tipo di percorso

    • Andata e ritorno sullo stesso percorso
    • Percorso consigliato
    • Percorso panoramico
    • ADATTO A FAMIGLIE E BAMBINI
  • Periodo consigliato

    • Tutto l’anno

Partner

Arco mountain guide 360gardalife 3
Camping lombardi 360gardalife
Hotel Ideal malcesine 360gardalife

Un po’ di storia

La costruzione della strada della Ponale iniziò nel febbraio del 1848 e terminò i primi mesi del 1851, l’anno in cui morì il suo ideatore Giacomo Cis.

Alla seconda e terza galleria si trovano i resti della tagliata del Ponale, la “più ardita opera di architettura militare di tutta la linea di resistenza”, costituita da cunicoli scavati nella roccia e trincee che partono dal livello del lago fino alle postazioni che dominano l’attuale sentiero.

Lungo il sentiero trovi i cartelli informativi sulla storia, sulla flora e sulla fauna.

Fino agli anni Ottanta era utilizzata come via carrabile di collegamento con la Val di Ledro e nel 2004 è stata trasformata in sentiero ciclo-pedonale. Da qualche anno il traffico bici è stato separato da quello pedonale.

Sul sito www.ponale.eu del Comitato Giacomo Cis trovi molte informazioni sulla sua costruzione e la sua storia.

Descrizione dell’itinerario

Dalla Centrale Idroelettrica di Riva del Garda cammina verso sud e prima del tunnel svolta a destra in salita per arrivare all’inizio del sentiero.

L’itinerario si snoda a picco sulle acque del Garda e sale costante per circa tre chilometri su strada sterrata con una pendenza tra il 4,5% e il 6% fino al Belvedere, all’altezza del vecchio porto del Ponale e la cascata del torrente Ponale. Qui trovi un punto di ristoro.

Ora svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Pregasina e in altri due chilometri circa di salita costante su strada asfaltata arrivi al punto panoramico di Pregasina con la scultura Regina Mundi.

Varianti

  • Dalla punto panoramico Regina Mundi puoi proseguire in salita per circa un chilometro e visitare il piccolo abitato di Pregasina.
  • Puoi tornare con l’autobus della linea 214 Riva del Garda – Valle di Ledro salendo alla fermata di “Pregasina bivio” lungo la Strada Statale 240 raggiungibile dopo il Belvedere salendo a destra anziché a sinistra. I biglietti sono acquistabili a bordo.

Le nostre dritte

  • In estate e nelle giornate particolarmente calde è meglio partire il pomeriggio quando il sentiero è già in ombra.
  • La Ponale è molto frequentata, in alta stagione se puoi evita i fine settimana e le date festive.
  • In estate ogni tanto la percorriamo verso sera per sgranchire le gambe prima di cena. Anche se in estate viene buio più tardi, per sicurezza non dimenticare il frontalino ché il sentiero della Ponale non è illuminato.

Per la tua sicurezza

  • Il sentiero è aperto anche alle bici; presta attenzione in particolare nelle strettoie, nei tratti esposti e in quelli con scarsa visuale a ridosso delle curve o delle gallerie.
  • È sconsigliato percorrere il tracciato con passeggini e carrozzine.
  • Il percorso può essere affrontato con i cani purché tenuti al guinzaglio corto.
  • Per il pericolo di caduta massi è consigliato indossare un casco protettivo.
  • Non soffermarti sotto le pareti rocciose.
  • Nei periodi di gelo e disgelo, in caso di pioggia e temporali il percorso è sconsigliato per il pericolo di caduta massi e frane. In caso di temporali improvvisi lascia il percorso.

La strada della Ponale in inverno

Per via della bassa quota la strada della Ponale è percorribile tutto l’anno. Capita però che in inverno venga chiusa per lavori.

Sulla pagina Facebook di Garda Trentino trovi le informazioni sulle eventuali chiusure.

Rifugi, bivacchi o punti di ristoro lungo il percorso

Al Belvedere.

Partner

Camping lombardi 360gardalife
Hotel Capri 360gardalife it 1
Arco mountain guide 360gardalife 3

Come raggiungere il punto di partenza dell’itinerario

Via Monte Oro – Riva del Garda

Parcheggio

A Riva del Garda

Mezzi pubblici

Trentino Trasporti

Percorsi simili

Dal Magazine