Trekking di Forcella Valdritta

Percorso Difficile Malcesine

Foto:
Angela Trawoeger
Tutti i diritti riservati

Traccia GPS

Percorso da San Michele a Tratto Spino, lungo il sentiero 5 del Monte Baldo

Un percorso impegnativo e consigliato ad escursionisti con passo sicuro e con una buona preparazione fisica. Si percorrono circa 17 km su 2500 metri di dislivello positivo e 1400 negativo.

Informazioni tecniche

Caratteristiche
Percorso San Michele - Piombi - Forcella Valdritta (sentiero 5) - Cima Valdritta - Cima del Longino - Cima Pozzette - Tratto Spino
Partenza San Michele
Arrivo Tratto Spino
Quota di partenza 580 mt
Quota massima 2218 mt
Dislivello - ascesa/discesa 2611 mt / 1432 mt
Lunghezza 17,3 km
Tempo 7,5 ore
Difficoltà
Difficoltà difficile
Difficoltà tecnica (da 1 a 5) 4
Difficoltà fisica (da 1 a 5) 4
Scala delle difficoltà CAI EE: escursionisti esperti*
* Segnaletica in montagna e scala delle difficoltà CAI
Attrattiva (da 1 a 5)
Impressione 5
Paesaggio 5

Tipo di percorso

  • Percorso A/R
  • Arrivo in vetta
  • Percorso con salita e discesa in funivia
  • Percorso consigliato
  • Percorso panoramico

Periodo consigliato

Da maggio a novembre, in assenza di neve

Punti di interesse lungo questo trekking

Un trekking impegnativo ma molto suggestivo, vario ed emozionante. Si parte nel bosco e si arriva a Forcella Valdritta in uno scenario tipicamente alpino e lontano dalla confusione. Viste panoramiche sul Lago di Garda, sulle gole e sui torrioni del Monte Baldo.

forcella valdritta

Ai piedi di Cima Valdritta consigliamo di uscire dal sentiero 651 e di salire in cima, a quota 2218 mt, il punto più alto del Monte Baldo.

Descrizione dell’itinerario

Da San Michele, alla stazione intermedia della Funivia Malcesine Monte Baldo si sale sulla via dei Prai seguendo le indicazione per il Signor/Piombi. Si cammina in salita per un’ora circa su strada cementata fino al Capitello del Signor.
Al bivio tenere la destra e seguire le indicazioni per i Piombi. In circa 30 minuti di cammino si arriva alla radura dei Piombi. Al prossimo bivio proseguire a destra e poco dopo a sinistra seguendo le indicazioni per Forcella Valdritta, sentiero numero 5.

Qua inizia un bel tratto nel bosco attraverso la Riserva Lastoni Pezzi. Questo primo tratto non è impegnativo. Poco dopo l’uscita dal bosco trovate un cartello che indica “acqua - 100 mt”. Abbandonate l’itinerario per un attimo e andate a vedere la fontana; si trova sotto alla roccia, da dove scende l’acqua. Davanti a voi avete un panorama molto selvaggio.

Si torna indietro quindi e si sale a sinistra per Forcella Valdritta. Qua iniziano dei tratti più aperti con fondo smosso e sassoso, alcuni abbastanza erti. Si continua a salire e il paesaggio diventa sempre più selvaggio finché non vi trovate sotto a forcella Valdritta. Questo ultimo tratto è abbastanza impegnativo, ma tipicamente alpino, molto bello e suggestivo. Seguendo la segnaletica orizzontale in circa un'ora abbondante si arriva sul sentiero 651.

forcella valdritta

Camminate per qualche metro verso nord e prendete il sentiero a sinistra che indica Cima Valdritta che si raggiunge in 10/15 minuti di salita. Cima Valdritta con i suoi 2218 metri è la cima più alta del Monte Baldo. Per proseguire l’itinerario si scende dallo stesso sentiero.

Da qui si prosegue verso nord e in altre 2,5 ore di cammino si arriva a Tratto Spino, alla stazione a monte della Funivia Malcesine Monte Baldo. Questo tratto è comunque impegnativo, si prosegue su un continuo sali e scendi fino ad arrivare a Tratto Spino.

Qua avete la descrizione del tour delle Cime che percorrerete al contrario.

Qua ci sono le foto del tour delle Cime che abbiamo fatto in autunno, con la discesa da forcella Valdritta.

Varianti

Se volete arrivare al Telegrafo e mangiare o dormire al rifugio, usciti dalla forcella e arrivati sul sentiero 651, sotto Cima Valdritta, dirigetevi verso sud e in un’altra ora di cammino arrivate al Rifugio Telegrafo “Gateano Barana”.

Le nostre dritte

  • Poco dopo Cima Valdritta, sul sentiero 651 per tornare a Tratto Spino, trovate un breve tratto attrezzato. Niente paura, è facile e breve.
  • Partite presto la mattina e fate particolare attenzione al meteo
  • L’ultimo tratto del percorso è pieno di camosci. Partendo la mattina presto e restando in silenzio avete ottime possibilità di vederli da vicino.
  • Portate liquidi in abbondanza e del cibo energetico, non ci sono punti di ristoro lungo l’itinerario
  • Vi consigliamo di partire molto presto la mattina soprattutto d’estate. Da Cima Valdritta a Tratto Spino il percorso segue il crinale del Monte Baldo e non ci sono punti riparati.
  • Vi sconsiglio di scendere dalla forcella se avete problemi alla ginocchia.

L’escursione d’inverno

Questo itinerario non è percorribile con la neve.

Rifugi, bivacchi o punti di ristoro lungo il percorso

Nessuno lungo l’itinerario

  • Ristorante Bar Cime del Baldo:
    All’arrivo presso la stazione della Funivia Malcesine Monte Baldo.
    Tel. +39 045 6584283
  • Ristorante Bar Baita dei Forti:
    A 10 metri dalla stazione a monte della Funivia Malcesine Monte Baldo.
    Tel. +39 045 7400319

Come raggiungere il punto di partenza dell’itinerario

Stazione intermedia a San Michele.

In macchina:

Si trova in località San Michele a quota 580 mt circa. Arrivati a Malcesine, prendete la via Panoramica (va bene sia da sud che da nord) e arrivati a passo Campiano prima di scollinare, svoltate in salita a destra se arrivate da sud, o a sinistra se arrivate da nord. Proseguite in salita per circa 2 km restando sulla strada più larga finché non arrivate alla stazione della funivia.

In funivia:

Qua per vedere costi, orari e periodi di apertura della funivia.

Parcheggio

A San Michele

Mezzi pubblici

Nessuno

Potrebbe interessarti anche