Passeggiate

Escursione al Monte Brione sul Lago di Garda

Facile percorso ad anello lungo il sentiero della Pace per visitare i forti della Grande Guerra

giorgia-consolini
Testo

Giorgia Consolini

Trekking, bici e scialpinismo
Angela Trawoeger
Foto

Angela Trawoeger

Ideatrice, fotografa e content manager

Guardando l’Alto Garda da qualsiasi punto panoramico avrai sicuramente notato il Monte Brione, una mezza luna rocciosa che sembra emergere dal lago e separa i due centri abitati di Riva del Garda e Torbole. 

Ti aspetta un facile giro ad anello sul Monte Brione che offre una visuale strategica sul lago di Garda e sulla “Busa” da 350 metri di quota. Nel dialetto locale, la “Busa” (la buca), è la zona pianeggiante a nord del lago che sembra proprio una conca a ridosso del lago.

Questa è la passeggiata ideale se ti appassioni di storia, botanica e fotografia, se hai bisogno di sgranchire le gambe o di allenarti correndo in salita su gradoni. 

Mappa e traccia GPS

Caratteristiche

  • Caratteristiche

    • Partenza
      Porto S.Nicolò – Riva del Garda
    • Arrivo
      Porto S.Nicolò – Riva del Garda
    • Percorso
      Porto S.Nicolò, Monte Brione, S.Alessandro, Porto S.Nicolò
    • Quota di partenza
      67m
    • Quota massima
      165m
    • Dislivello – ascesa/discesa
      330m/327m
    • Lunghezza
      6,3 km
    • Tempo
      3 ore
  • Difficoltà

  • Attrattiva

    • Impressione (da 1 a 5)
      5
    • Paesaggio (da 1 a 5)
      4
  • Tipo di percorso

    • Percorso ad anello
    • Percorso panoramico
    • Adatto a famiglie e bambini
    • Percorso consigliato
  • Periodo consigliato

    • Tutto l’anno

Partner

Hotel Dolomiti 360gardalife it
Mmove 360gardalife 2022
Garda Sport Shuttle

Punti di interesse lungo il percorso

Oltre a offrire una splendida vista, il Monte Brione ospita alcune delle fortificazioni che facevano parte della linea difensiva di confine dell’Impero Austro-Ungarico. 

In ordine lungo il percorso trovi: il Forte S. Nicolò verso il lago, il Forte Garda lungo la salita, il Forte Batteria di Mezzo in cima al Monte Brione e il Forte S. Alessandro lungo la discesa. Sono ancora visibili i resti di camminamenti, osservatori, trincee e strade militari.

Gli interni del forte Garda sono visitabili gratuitamente tutti i giorni nel periodo estivo e nei weekend in primavera e autunno. Aperture, visite guidate e iniziative sono a cura del Museo Alto Garda di Riva del Garda.

Per la presenza di più di 500 specie arboree tipiche delle zone montane e mediterranee, il Monte Brione è anche un sito protetto della rete europea Natura 2000. 

Molte di queste varietà sono minacciate o rare e crescono esclusivamente sulle rive del Lago di Garda. In particolare sono segnalate più di 20 specie di orchidee.

Descrizione del percorso

Dal parcheggio in via Brione attraversa la strada Gardesana verso il porto e il Forte San Nicolò. Lasciando il porto sulla destra e facendo attenzione alla biciclette, si torna leggermente indietro sulla ciclabile fino a trovare la prima scalinata in cemento.

Un bel respiro e comincia la salita principalmente su gradoni nella boscaglia. Alcuni punti panoramici sono la scusa per riposare le gambe, gustare il paesaggio, visitare il Forte Garda e leggere le bacheche che spiegano il biotopo e la storia del Monte Brione.

Ora il bosco si apre e ci si trova su un sentiero di cresta, ben protetto da rete metallica.
Proseguendo su un tratto in mezzo agli olivi arrivi al forte Batteria di Mezzo in cima al Monte Brione a 350 metri di quota e salendo a sinistra ti troverai su un balcone con una bellissima vista panoramica.

Vista sul Garda da Monte Brione

Da qui costeggia il forte, scendi le scale e prendi il taglio a destra nel bosco sulla curva, segui la strada cementata per pochi metri e al bivio tieni la destra verso Forte Sant’Alessandro. 

Passato il forte comincia la discesa lungo un facile sentiero nel bosco, che ti accompagna fino alla strada asfaltata. Si prosegue dritti, si gira subito a destra per imboccare via Sant Alessandro e successivamente via Brione per arrivare al parcheggio.

Varianti

Puoi accorciare il percorso prendendo la strada asfaltata in discesa dopo il forte Batteria di Mezzo.

L’escursione d’inverno

Tutto l’anno

Punti di ristoro lungo il percorso

Al Porto San Nicolò.
Nessuno lungo l’itinerario.

Le nostre dritte

  • Riempi la borraccia presso la fontana di Forte San Nicolò, non ci sono altre fontane o punti di ristoro lungo il percorso.
  • Evita le ore più calde durante l’estate! A parte alcuni tratti nel bosco, il sentiero è esposto al sole. Non dimenticare il berretto.
  • Anche se il giro è facile, ricorda che stai percorrendo un sentiero di montagna. Indossa calzature adeguate, soprattutto se segui il giro ad anello completo che scende nel bosco.
  • Il percorso è adatto anche ai bambini ma alcuni gradoni sono alti e per loro potrebbe essere stancante.

Partner

Arco mountain guide 360gardalife 3
Hotel Nettuno 360gardalife
Hotel Villa Carmen it

Come raggiungere il punto di partenza dell’itinerario

In macchina

Venendo da Torbole, svolta a destra in Via Brione subito dopo la galleria e ancora a destra per arrivare al parcheggio. 

Mezzi pubblici

Scendi alla fermata di Porto San Nicolò, ci sono diversi autobus che passano di lì:

  • Linea urbana n. 3 
  • Linea extraurbana Riva del Garda – Rovereto – Trento 
  • Linea ATV Riva del Garda – Malcesine – Verona 

In bici o a piedi

Seguendo la ciclabile che collega Torbole e Riva, si passa di fianco alla galleria delle auto che separa Torbole da Riva del Garda. Al Forte San Nicolò, dopo la curva, si trova la prima gradinata in cemento.

Questo percorso passa da Torbole sul Garda e Nago

Prima o dopo il percorso, durante una gita o in vacanza, i piccoli paesi del Lago di Garda meritano di essere visitati.

Percorsi simili

Dal Magazine